Blog di Studio di Psicologia abc

Blog di Studio di Psicologia abc

Info sul blog

In questo spazio condiviso, Studio abc vuole condividere con voi idee, opinioni e motivazioni riguardo eventi, iniziative ed interessi che lo studio intende portare avanti.

I commenti sono liberi e non necessitano di registrazione.

I commenti con contenuti non idonei saranno rimossi.

Grazie ad ognuno di voi che deciderà di portare il suo contributo.

A proposito del Carnevale…cosa significa per i bambini travestirsi e mascherarsi, e perché è importante che lo facciano?

Conosciamo i giochiPosted by Dott.ssa Valentina Spadoni Wed, February 08, 2017 18:41:26

Rispondiamo alle curiosità di Naturgiocando Senigallia

Ammettiamolo…mascherarsi piace un po’ a tutti, grandi e piccini.

Avere la possibilità di vedersi in vesti diverse, sperimentarsi e fingersi altro da sé incuriosisce e stimola chiunque.

Il Carnevale è per eccellenza la festa della maschera, il momento in cui mascherarsi è lecito e concesso a tutti, soprattutto agli adulti in quanto in realtà ai bambini è concesso quasi sempre, a volte solo con qualche limite…

Questa corretta “concessione” è di fondamentale importanza ed ha un ruolo significativo nello sviluppo psicologico del bambino. I bambini infatti si mascherano spesso e il “vestito” se lo creano da sé.

I bambini sono naturalmente portati all’imitazione, che è anche la prima ed importante forma di apprendimento. I bambini fanno come gli altri, sia adulti sia bambini. Indossano le scarpe della mamma, il cappello del nonno oppure un mestolo diventa un microfono e il bambino diventa un cantante!
Carnevale o no, il principio è sempre lo stesso:

Cosa accade nel bambino quando si maschera?
E perché è importante che lo faccia?

Il bambino sta giocando, che di per sé è una situazione divertente e motivante e lo sta facendo assumendo il ruolo di un’altra persona: è il gioco di ruolo. Quando si traveste, il bambino indossa i panni dell’altro, della mamma o del nonno, di un animale, di un astronauta o di una principessa, tutto ciò stimola in loro la creatività, ma soprattutto l’empatia, una sensibilità fondamentale per entrare in relazione con gli altri in ogni momento, da lì in avanti della loro vita.

Assumere il ruolo di un’altra persona è un input ad avviare una nuova relazione, fondata su nuove regole e con diversi stili di comunicazione.
Tali situazioni sono senza meno arricchenti per il bambino, un'occasione importante per creare spazi di gioco e condivisione con l'adulto e con i coetanei, per tali motivi vanno in ogni modo sostenute ed incentivate…non solo a Carnevale.

Il potere della fantasia consente ai bambini di diventare (e sentirsi) un leone…indossando una sola maschera di carta…se ci riflettiamo, è semplicemente magnifico!





  • Comments(0)//blog1.studiodipsicologiaabc.it/#post4